ACUTO/SHARP

Per gli amanti della musica, oltre che delle riflessioni linguistiche:

Ora vi faro’ soffermare su un esempio di legamento selettivo. Questo principio può essere spiegato ricorrendo ad esempi di combinazioni aggettivo-nome, come quello che segue:

“Suono acuto”

“Mente acuta”

L’aggettivo “acuto” e’ polisemico: nel primo caso significa ‘l’opposto di grave’, nel secondo caso ‘intelligente’. Nel processo di selezione l’aggettivo significa cose diverse se e’ combinato con nomi diversi 😀

E lo stesso vale per l’aggettivo inglese “sharp” che a seconda del sostantivo a cui si lega può voler dire “affilato, tagliente, acuto, chiaro, limpido, arguto, scaltro, sveglio, intelligente, pungente”.

E a proposito della stessa parola “sharp” vorrei farvi notare che si usa in contesto musicale per indicare “il diesis”, che e’ “acuto, tagliente” (un semitono in piu’ rispetto alla nota principale) rispetto al “bemolle” (un semitono in meno rispetto alla nota principale) che in inglese si traduce con “flat” che e’ un altro aggettivo polisemico e vuol dire “piatto, scialbo” (a seconda del contesto) e se usato come sostantivo vuol dire “appartamento”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...